Ricorso per consulenza tecnica preventiva ex art. 696 bis c.p.c. PDF Stampa

TRIBUNALE CIVILE DI _____
RICORSO PER CONSULENZA TECNICA PREVENTIVA
AI FINI DELLA COMPOSIZIONE DELLA LITE EX ART.696 BIS C.P.C.
* * *
Il Condominio di __________________ (P.I. _______________), in persona dell’amministratore pro-tempore, con sede in_______, via ___________________, rappresentato e difeso, per procura a margine del presente atto, dall’Avv. ________ ed elettivamente domiciliato in _________, presso il suo studio professionale in ________, n.__
- ricorrente

PREMESSO

1. Il sig. _________, proprietario dell’appartamento sito al ________, interno____nel condominio di ____________, ha realizzato nel_______ un manufatto con il quale ha coperto totalmente il terrazzo dell’appartamento di sua proprietà (descrizione più analitica e foto).
2. I lavori eseguiti sul terrazzo da parte del sig.________ hanno comportato una sostanziale modifica nel normale deflusso delle acque meteoriche, con conseguente danneggiamento di parti condominiali.
3. In particolare le acque piovane, che prima trovavano giusta raccolta nel terrazzo di proprietà_________ dal quale venivano convogliate verso i bocchettoni per poi raggiungere i discendenti condominiali, a causa di detta copertura ora si riversano interamente sul cornicione perimetrale in muratura originariamente progettato e realizzato per il deflusso di una quantità d’acqua inferiore.
4. Tale maggior deflusso d’acqua piovana proveniente dall’alto della copertura ha già cagionato danni alla facciata condominiale e al suddetto parapetto poiché l’acqua, trapassando la barriera di rivestimento del parapetto, si infiltra nelle mura provocando macchie, lesioni e possibili distacchi di intonaco dalla facciata;
5. A riprova che la causa dei danni è ascrivibile in via esclusiva alle opere realizzate dal sig.__________ si osservi che le infiltrazioni d’acqua e le lesioni sono presenti unicamente in corrispondenza del cornicione e delle mura condominiali al di sotto della proprietà del sig._______________;  
6. Ogni tentativo di addivenire ad una soluzione del problema è risultato vano;
7.  I danni arrecati devono essere riparati in quanto con l’aggravarsi delle infiltrazioni e delle lesioni aumenta anche il pericolo di distacchi di intonaco.
8. Il Condominio di ___________si vedrà pertanto costretto, in difetto di composizione stragiudiziale della questione a mezzo del presente procedimento, a promuovere apposita azione giudiziaria volta ad accertare la responsabilità per i danni arrecati alle parti comuni, nonché per ottenerne la pronta eliminazione, oltre al risarcimento dei danni.

Tutto ciò premesso e considerato, il Condominio di _______________, in persona dell’amministratore pro-tempore, come sopra rappresentato, difeso e domiciliato

RICORRE

all’ On.le Tribunale Civile di ___________affinché, fissata l’udienza di comparizione personale delle parti, Voglia disporre, ex art. 696 bis c.p.c., una consulenza tecnica preventiva al fine di:
- accertare lo stato dei luoghi, le cause e l’entità dei danni occorsi al Condominio di _____________________;
- indicare le soluzioni tecniche più idonee da adottarsi per eliminare le predette cause e ripristinare a regola d’arte lo stato dei luoghi quantificando l’importo delle opere necessarie;
- esperire, ove possibile, il tentativo di conciliazione tra le parti.
Con espressa riserva di richiedere le spese ed i compensi relativi al presente giudizio nell’instaurando giudizio di merito.
Si depositano unitamente al presente atto:
Doc. 1 -
Doc. 2 -
Doc. 3 -
Ai fini del contributo unificato si dichiara che il presente giudizio ha valore compreso nello scaglione tra €_________ ed €___________ per cui il contributo unificato è dovuto nella misura ridotta di €______. 
Luogo e data.
Avv.________

 
...::: Template by goP.I.P. :::...